Porlezza
2°
nebbia
umidità: 93%
Max 1 • Min 1
Weather from OpenWeatherMap

“Magistri Intelvesi” progetta lo stemma per il neocomune Alta Valle Intelvi

L’Amministrazione comunale del Comune Alta Valle Intelvi, nato dalla fusione dei comuni di Pellio Intelvi, Ramponio Verna e Lanzo d’Intelvi, lo scorso autunno ha contattato l’Istituto Comprensivo Magistri Intelvesi per proporre agli alunni delle Scuole Primarie del nuovo Comune e alla Scuola Secondaria di riferimento un concorso per la progettazione del nuovo stemma comunale. La Scuola Secondaria (che in passato si era espressa con soddisfazione in progetti analoghi, ad esempio realizzando il Logo della Pro Loco di San Fedele Intelvi e il Logo del Vespa Club Valle Intelvi) ha accolto la proposta con entusiasmo, ritenendo sempre prioritario stimolare lo sviluppo di specifiche competenze restando legati alla propria realtà e alle opportunità che emergono dal proprio territorio. Ha perciò formato un team di docenti, di formazione tecnico artistica, per accompagnare i ragazzi nella realizzazione dei loro progetti. Nello specifico, si tratta dei Proff. Deborah Bella (Arte e Immagine), Marco Manna (Sostegno), Marcello Marletta (Arte e Immagine e Tecnologia) e Alessandro Paternieri (Tecnologia).

L’opportunità offerta da questo progetto si è rivelata particolarmente stimolante per i ragazzi, che si sono trovati in prima persona a doversi misurare su un bisogno reale dei loro paesi e non su un compito meramente teorico. Suddivisi in gruppi, ciascuno di loro ha potuto contribuire secondo le proprie potenzialità e il proprio talento, rendendo questa attività un momento di crescita e sviluppo sociale. Riflettere su cosa lo stemma volesse rappresentare è stato il primo punto chiave con cui i ragazzi si sono dovuti misurare: hanno infatti dovuto decidere se dare priorità alla “storia” e dunque ad esempio giocare graficamente nella riproposizione di alcuni elementi degli stemmi dei tre comuni originari oppure puntare sulla finalità dello stemma come elemento in cui gli abitanti attuali del Comune si potessero identificare. In entrambi i casi le attività di ricerca di informazioni hanno fatto si che i ragazzi si confrontassero tra loro, con le rispettive famiglie e con gli abitanti della Valle, facendo emergere aneddoti e curiosità, libri antichi e testimonianze degli anziani, che hanno arricchito questo progetto di valenza umana e relazionale importante. Progettare il futuro riscoprendo le proprie radici è un modo perfetto per poter crescere, perché solamente sapendo chi eravamo possiamo determinare chi vorremo essere.

Le attività di ricerca ed elaborazione degli stemmi, in corso da novembre 2017, si concluderanno con una mostra dei lavori nel mese di gennaio e con la proclamazione dello stemma vincitore prevista nel mese di febbraio.

Autore

Vicedirettore - Associazioni, Cultura & Scuola Scrivi una mail a ludovica.mazza@lavocedelceresio.it

Rispondi

“La Voce del Ceresio” è un progetto editoriale, un portale di informazione territoriale, culturale, ludico-ricreativa, che darà spazio a tutte le associazioni, gli enti comunali e non, le istituzioni, le imprese e le attività sul territorio del Ceresio, con particolare riferimento a Porlezza e i dintorni delle immediate vicinanze.

Newsletter