Porlezza
19°
poche nuvole
umidità: 56%
vento: 2m/s S
Max 19 • Min 15
Weather from OpenWeatherMap

Cittadini insieme: breve viaggio tra memoria e presente

Una delle realtà non sempre conosciute, ma non per questo meno attive, delle vicende recenti del nostro territorio è l’associazione Cittadini insieme di Porlezza e valli, nata nel 2002 come “gruppo culturale politico e apartitico”. Dell’associazione sono parte attiva sei o sette volontari, ai quali si aggiungono altre figure in funzione delle attività in programma; il presidente è Virgilio Arigossi.

Ne parlo con Paola Rosiello, professoressa di storia dell’istituto Ezio Vanoni e segretaria dell’associazione, che – con notevole entusiasmo – mi elenca tutti i settori in cui Cittadini insieme si è impegnata a sensibilizzare, coinvolgere o ricordare la popolazione, a seconda dei casi. Spicca l’attenzione dedicata all’ambiente, sia con interventi attivi (la ripulitura degli argini del Cuccio e delle sponde del lago, ancor prima della nascita dell’ecomostro Porto Letizia, per inciso altro cavallo di battaglia dell’associazione), sia con convegni di sensibilizzazione sul degrado urbano – non serve certo ricordare i casi più eclatanti, a cominciare dal triste abbandono del collegio Sant’Ambrogio – e sui rischi che corre il patrimonio naturale locale: in questo senso si sono registrate, per esempio, una serie di osservazioni alla Valutazione ambientale strategica (ossia a una delle procedure normative che regolano la realizzazione di ogni progetto in grado di impattare sull’ambiente) relativa ad alcuni interventi in aree protette.

La locandina della commemorazione di CimaA fronte di altre attività più o meno impattanti, certo tutte importanti (il comitato per l’acqua bene comune, le campagne informative per il referendum sull’unione del dicembre 2013, il tema sempre caldo del frontalierato, il commercio equo e solidale – la prima bottega in tale campo è stata gestita proprio da Cittadini insieme), la parte del leone la fa tuttavia quella della memoria.

Comunque la si pensi, la memoria è quanto di più prezioso abbiamo da conservare e, in tal senso, l’opera dell’associazione è encomiabile. Negli anni di attività, Cittadini insieme si è profondamente impegnata nel tenere vivo il ricordo di quanto successo, anche sul nostro territorio, nei venti mesi di occupazione nazista tra il settembre del 1943 e la fine della seconda guerra mondiale. Molte le iniziative: spettacoli teatrali, raccolta di testimonianze (preziosi lasciti sempre a disposizione degli enti di ricerca), ma anche vere e proprie mostre: l’ultima in ordine di tempo è stata quella del febbraio 2017 sul famigerato binario 21 della stazione centrale di Milano, allestita presso l’ex conventino di Tavordo, patrocinata dal Comune di Porlezza e in collaborazione con l’associazione Figli della Shoah.

Parlando di memoria, una menzione particolare la merita l’iniziativa annuale del 21 gennaio a Cima, borgo che in tale data, nel 1945, conobbe una delle sue pagine più nere con la fucilazione di sei partigiani. La giornata prevede un corteo per quello che – non a caso – viene definito sentiero della memoria e poi una commemorazione alla presenza delle autorità amministrative e culturali, compresi il comune di Porlezza, l’Associazione nazionale dei partigiani italiani e l’istituto di storia contemporanea P.A. Perretta di Como  (nel 2005, in occasione del settantesimo anniversario, ha partecipato pure una delegazione ufficiale svizzera, a sottolineare l’importanza della giornata).

Cittadini insieme non ha un canale informativo vero e proprio (tempo fa era nata l’idea di una pubblicazione periodica, poi naufragata per mancanza di risorse); tuttavia le necessarie comunicazioni vengono affidate a E-mail mirate, locandine, volantini e altri strumenti più o meno efficaci – non ultime le petizioni.

Ogni volta che è possibile, Cittadini insieme coinvolge nelle sue attività anche gli alunni del Vanoni, contribuendo a formare quel sentimento civico che, anche qualora non sfoci in un vero e proprio impegno diretto, è uno dei fondamenti che ci permettono di nutrire fiducia nel futuro.

Chi volesse informazioni ulteriori, o desiderasse contribuire direttamente a Cittadini insieme, può contattare direttamente Paola Rosiello al suo indirizzo di posta elettronica (paolarosiello29@gmail.com).

 

Autore

Redattore - Associazioni, Cultura & Attività Commerciali. Scrivi una mail a stefano.floccari@lavocedelceresio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“La Voce del Ceresio” è un progetto editoriale, un portale di informazione territoriale, culturale, ludico-ricreativa, che darà spazio a tutte le associazioni, gli enti comunali e non, le istituzioni, le imprese e le attività sul territorio del Ceresio, con particolare riferimento a Porlezza e i dintorni delle immediate vicinanze.