Porlezza
16°
foschia
umidità: 93%
vento: 1m/s SSO
Max 19 • Min 15
Weather from OpenWeatherMap

Ricette DE.CO. – La MATUSCIA

La Voce ha deciso di approfondire per voi le ricette firmate DE.CO.
Partiamo con la Matuscia!

Innanzitutto esistono due varianti:
La matuscia d’urciga ovvero la matuscia d’ortica
La matuscia d pan ovvero la matuscia di pane

La matuscia é il piatto tradizionale più famoso di tutta la Valle, ogni famiglia ha la sua ricetta ma, in linea generale, la preparazione è comune a tutti anche perché è una preparazione che ricicla gli avanzi.
In comune entrambe le ricette hanno l’aggiunta di pezzetti di formaggio, formaggio d’alpe o quello chiamato casera e la “pentola” in cui si svolge la cottura. Per essere gustose, infatti, le pietanze andrebbero cotte nell’apposita teglia in ferro, con manico amovibile, corredata da ampio coperchio (il tést,) cosìcche, durante la cottura, si possano mettere dei piccoli tizzoni accesi anche sopra il coperchio.

La teglia corredata di testo é la precorritrice del forno.
In alternativa alla pentola tradizionale, il forno di casa può essere un valido sostituto,
prestando attenzione alla cottura, così che la specialità sia cotta bene e croccante ma non secca.


Partiamo con la matuscia di ortiche

Ingredienti:
minestra di riso anche con patate
sale q.b
ortiche a piacimento
formaggio a piacimento
farina di mais

MATUSCIA D’URCIGA

Mpasta la mënestra d ris cun i urciga tridada, la farina gialda e la sal, ntant vongg la padela cun öli e mètël giö cömè na torta.
Mètëg su tancc tuchëccin d formagg.
Là da ès mia trop mol.
Mètla n dël forn fin ca la vegn rossa.

Traduzione
MATUSCIA DI ORTICHE:
Impastate la minestra di riso con le ortiche crude tritate, aggiungete farina di mais, sale e formate un impasto omogeneo.
Ungete d’olio una teglia, stendete l’impasto in modo uniforme, cospargete con i pezzetti di formaggio e infornate in forno ben caldo finché la preparazione diventa croccante ma non secca.
Nota: è possibile aggiungere un un uovo intero per rendere l’impasto più morbido.


Matuscia di pane

Ingredienti:
pane raffermo
acqua
sale
formaggio
secondo i gusti si può aggiungere un trito di cipolla da far soffriggere nella teglia prima di stendere l’impasto.

MATUSCIA D PAN
Mèt a möi l pan pos, strichël ben, mètëgh anca n po d sal, ntant vongg la padela.
Mètël giö cömè na torta, mëtëgh sora tanc tuchëccin d formagg, mei sa lè maghër e fala cos n dël forn bèl cald fin ca lè rossa.

traduzione
MATUSCIA DI PANE
Mettere in ammollo il pane raffermo.
Strizzarlo bene, aggiungere sale q.b. e formare un impasto omogeneo.
Ungere la teglia con olio, stendere l’impasto e cospargerlo con tanti pezzettini di formaggio.
Cuocere in forno ben caldo finché la preparazione si colora e diventa croccante.


Queste ricette sono quelle che il Gruppo Folcloristico propone sul territorio del Ceresio, della Lombardia e del Canton Ticino, consapevole che ogni famiglia della Val Cavargna ha una particolare ricetta da custodire gelosamente.
Le ricette in dialetto, sono state scritte secondo le indicazioni della ricerca sul dialetto effettuata dall’Amministrazione Provinciale di Como, con il progetto “Parole e cose della Val Cavargna” pubblicata nel 2010.

Autore

Redattore - Rubrica Mangiare Ceresio, Eventi e Attività, Valsolda & Carlazzo. Scrivi una mail a arianna.selva@lavocedelceresio.it

One comment on “Ricette DE.CO. – La MATUSCIA”

  1. Michela

    Questa è la matüscia salata, che non conoscevo e sembra proprio una ricetta da provare. Quella che faceva mia nonna e molte altre donne a Loggio Valsolda, era dolce, a base di pane, zucchero, latte, uvette, un uovo, frutta fresca e/o secca. Poi ognuno aggiungeva altri ingredienti, sempre in base a quel che avanzava…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“La Voce del Ceresio” è un progetto editoriale, un portale di informazione territoriale, culturale, ludico-ricreativa, che darà spazio a tutte le associazioni, gli enti comunali e non, le istituzioni, le imprese e le attività sul territorio del Ceresio, con particolare riferimento a Porlezza e i dintorni delle immediate vicinanze.

Newsletter