Porlezza
4°
cielo sereno
umidità: 80%
Meteo da OpenWeatherMap

Presepe vivente di Sora: 17esima edizione

Un paesino incastonato tra i monti, dove il tempo sembra essersi fermato. Stradine piccole, tortuose, case che sanno di antico e di sapori di nonni. A Sora, in Val Cavargna, dal 24 al 27 dicembre, si torna indietro nel tempo, in occasione del diciassettesimo Presepe vivente. Uno sguardo al passato, alla sua semplicità ricca e partecipata.

Le case, così come le cantine, si aprono al mondo. Diventano sprazzi di vita quotidiana, dove la popolazione ripropone le sapienti attività che a inizi Novecento si potevano intravedere tra i vetri delle finestre. Sotto Natale, un Presepe che vuole coniugare la tradizione cristiana con quella locale.

Percorrendo le vie, nell’aria fredda e limpida, tra odore di pini e di camino, si diventa spettatori di una realtà composta da mestieri dimenticati e da saggezze andate sfumandosi. Si incontrano lo stagnino, l’arrotino, i falegnami che danno forma vivente al legno. I contrabbandieri e i passaggi segreti dentro i camini.

Le mani sapienti delle massaie, che preparano la matuscia. Il cibo che si lega ai ritmi delle stagioni, al clima, a ciò che la terra aveva da offrire. Le filatrici, che scandivano il tempo con ago e filo, le dita abili, instancabili. I camini accesi, di quel fuoco che in quei giorni era vita e speranza. Tutto torna a rivivere, per tre giorni. In una comunione di solidarietà e vicinanza, Sora diviene un paese aperto, un paese che vuole essere guardato e riscoperto, soprattutto in questi periodi di profonda dimenticanza delle proprie origini.

Una testimonianza di amore verso il proprio paese e la propria storia, che gli abitanti di Sora e della Val Cavargna incarnano appieno, rendendo le loro case e i loro spazi, spazi di tutti.

Insieme alla suggestiva fiaccolata che da Sora giunge a S. Bartolomeo V.C., si riscopre un cammino comunitario, specie per i giovani, fino ad arrivare alla chiesa parrocchiale per la Santa Messa.

Impegno, dedizione, partecipazione e voglia di rinsaldare, anno dopo anno, i propri legami col passato, senza alcuna strumentalizzazione o commercializzazione. Lo spirito del Natale è qui vivo nella sua più pura e antica forma, quella dell’amore e della condivisione.

ORARI:

  • 24/12: dalle 18:30 alle 23:30 (alle 23:30 fiaccolata e Santa Processione, alle 24 celebrazione Santa Messa di Natale nella Chiesa Parrocchiale di S. Bartolomeo Apostolo)
  • 26/12: dalle 14:30 alle 19:00
  • 27/11: dalle 14:30 alle 19:00

Durante la manifestazione saranno in funzione dei bus navetta per il collegamento con la località di Sora.

Ulteriori informazioni sul sito www.valcavargna.com o contattando il gruppo Folcloristico della Val Cavargna.

Autore

Vicedirettore - Associazioni, Cultura & Scuola. Scrivi una mail a ludovica.mazza@lavocedelceresio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“La Voce del Ceresio” è un progetto editoriale, un portale di informazione territoriale, culturale, ludico-ricreativa, che darà spazio a tutte le associazioni, gli enti comunali e non, le istituzioni, le imprese e le attività sul territorio del Ceresio, con particolare riferimento a Porlezza e i dintorni delle immediate vicinanze.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità specifica. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.Leggi qui l'intero Disclaimer.