Porlezza
4°
cielo sereno
umidità: 80%
Meteo da OpenWeatherMap

Pronto Intervento Scuola a Grandola ed Uniti

Pronto Intervento Scuola è un servizio unico e molto importante per studenti e famiglie del territorio: di cosa si tratta

Già da alcuni anni è attivo sul nostro territorio, a Grandola ed Uniti, un servizio specialistico per il sostegno scolastico. Pronto Intervento Scuola nasce dall’idea dello Psicologo Mattia Clerici e della Pedagogista Carla Lanfranconi; di mettere a disposizione metodi e strumenti innovativi per il superamento delle difficoltà scolastiche.

La scuola è al centro della vita di uno studente, come luogo di apprendimento e di crescita personale. Tuttavia, il percorso di apprendimento non è uguale per tutti. C’è chi impara subito e con entusiasmo. C’è chi ha bisogno un po’ più di tempo. C’è chi, infine, incontra più ostacoli, difficoltà, arrivando ad avere dei piccoli blocchi nell’apprendimento. I genitori spesso si chiedono: “per quale motivo accade questo? Perché, ad esempio, impara subito a giocare al pallone, mentre a scuola fa così fatica”? La risposta sta nel fatto che, in una classe di 20-25 studenti, esistono stili e modalità di apprendimento proprie di ogni ragazzo. E’ come se esistesse una piccola chiave, propria di ogni studente, per attivare curiosità nella conoscenza e capacità nell’ assimilare le informazioni. Sono molte le variabili che incidono nell’apprendimento di un ragazzo. Ad esempio: quanto dura la sua capacità di prestare attenzione? Apprende meglio ciò che vede o ciò che ascolta? Quali sono i suoi interessi spontanei? Questa mattina aveva voglia di venire a scuola? Quanta fiducia ha in se stesso? Quanta ne rimane dopo aver commesso un errore? Questi sono solo alcuni esempi per capire l’unicità di ogni studente.

Gli insegnanti a scuola trasmettono le loro competenze per farsi seguire al meglio da tutta la classe. Tuttavia, per limiti di tempo nello spiegare e rispiegare gli argomenti, ma anche per limiti cognitivi di alcuni studenti; non tutti riescono a stare “al passo” della classe. Alcuni studenti, infatti, rischiano fin da subito di “rimanere indietro”. Secondo i dati MIUR 2016/17 le certificazioni DSA (relative a dislessia, disortografia, disgrafia, e discalculia) sono state 254.614, con una progressiva crescita a partire dal 2010.  Esistono poi, studenti con un disturbo generalizzato di apprendimento e molti altri ancora, con difficoltà temporanee che si risolvono senza il bisogno di una certificazione.

A chi è indirizzato Pronto Intervento Scuola

Pronto Intervento Scuola sostiene tutti questi studenti con difficoltà, durante questo importante momento di crescita a scuola. Mettendosi a disposizione di famiglie e insegnanti per un servizio di diagnosi e intervento tempestivo e specializzato.

Riconoscere subito le difficoltà di un bambino semplifica tutto il suo futuro percorso scolastico e lo rende più autonomo nei compiti a casa.  Ogni intervento successivo prevede l’adozione di modalità specifiche e personalizzate al singolo, inclusi i suoi bisogni emotivo-motivazionali. Il percorso di intervento, previo consenso scritto, viene condiviso con l’ambiente familiare e scolastico del minore, con l’intenzione di aumentare l’efficacia e la generalizzazione degli apprendimenti; oltre che favorire un lavoro di rete.

Metodologie personalizzate

Nel laboratorio didattico di Pronto Intervento Scuola vengono messi a disposizione strumenti per stimolare un apprendimento verbale, visivo e cinestetico. Ogni studente viene aiutato a costruire il proprio modo di imparare, personalizzato secondo il proprio stile di apprendimento, le proprie qualità e punti di forza. La sensazione di sentirsi compreso nella difficoltà e di avere un modo sicuro per “farcela”, contribuiscono molto alla serenità dei ragazzi/e. Imparare divertendosi, questo è il segreto degli interventi svolti nel laboratorio didattico.

Nei casi in cui è necessario, Pronto Intervento Scuola, offre anche interventi diretti al potenziamento delle funzioni cognitive di base: ad esempio l’attenzione, la memoria ed il linguaggio. In quest’ultimo, sono disponibili anche trattamenti innovativi con la Comunicazione Alternativa Aumentativa, la quale permette di intervenire anche in caso di difficoltà severe.

Per disturbi dell’attenzione e iperattività vengono proposti dei training cognitivo-comportamentali. Le finalità da un punto di vista cognitivo sono: aumentare la concentrazione sul compito, la capacità di problem solving e diminuire l’impulsività nelle risposte; dal punto di vista comportamentale: migliorare l’adeguatezza dei comportamenti attraverso esperienze che stimolino l’autoriflessione delle cause-conseguenze, del comportamento; a richiesta sono disponibili anche interventi complementari di Parent training, finalizzati a migliorare la gestione domestica dei comportamenti del bambino e teacher training, per favorire l’integrazione scolastica con i compagni.

Sono disponibili interventi per potenziare o riabilitare le capacità scolastiche di base: lettura, scrittura (grafia e ortografia), calcolo, comprensione del testo. Anche in questo caso esiste un aggiornamento costante dei metodi e delle tecniche che si dimostrano più efficaci in Italia, in questo momento.

Interventi diretti alle capacità applicative dei ragazzi

È il caso di interventi sul metodo di studio. Si parte da una valutazione degli stili di apprendimento del ragazzo, fino alla costruzione di un metodo personalizzato che va a trattare tutti gli aspetti della vita da studente: organizzazione dei compiti; studio dei testi; fino alla capacità di affrontare serenamente le verifiche. Interventi sulle capacità applicative riguardano anche il sostegno temporaneo o occasionale di studenti con difficoltà nei compiti. La modalità del laboratorio a piccoli gruppi, ad esempio, offre ai ragazzi la possibilità di condividere con altri studenti difficoltà simili e di affrontare ciò che non si riesce a fare, attraverso l’aiuto di un tutor esperto.

Non meno importante per il successo scolastico degli studenti è la costruzione di una buona collaborazione scuola-famiglia; con questa finalità nasce il servizio di supervisione scolastica. Previo consenso e richiesta del genitore, è possibile incontrare congiuntamente insegnanti e professori, ascoltare con attenzione gli obiettivi perseguiti in classe, condividere strategie, strumenti ed esperienze.

Il team e la novità di quest’anno: un Medico NeuroPsichiatra Infantile

Quest’ anno, a partire da ottobre, si è aggiunto alla squadra di Pronto Intervento Scuola, anche Marco Di Stefano, Medico-Neuropsichiatra Infantile (NPI) presso UONPIA, di grande esperienza nel campo dei disturbi dell’apprendimento e delle disabilità intellettive. Verrà a svolgere le visite, a richiesta, nella sede di Grandola.

Grande soddisfazione anche per la collaborazione instaurata con la Logopedista Laura Prioni. Di servizio presso l’Ospedale civico di Lugano; svolge attività diagnostica e terapeutica relativa ai disturbi specifici dell’apprendimento. Anche Laura porterà il proprio contributo di qualità ed esperienza sul nostro territorio.

Tanta energia arriva poi dalla Psicologa emergente Nadia Peduzzi, in formazione presso il Centro di Terapia Cognitiva di Como. Il suo contributo amplierà l’offerta di servizi di Pronto Intervento Scuola, focalizzandosi sul sostegno delle famiglie al cui interno sono presenti bambini o adolescenti che al momento attuale stanno vivendo un momento di particolare difficoltà. Nadia offre risposte di tipo terapeutico attraverso percorsi di sostegno psicologico per disturbi d’ansia, somatoformi, disturbi della sfera emotiva, oppositivo provocatori, disturbi depressivi correlati a fattori stressanti o traumatici.

L’accreditamento

Pronto Intervento Scuola

È ufficiale, infine, l’accreditamento di Pronto Intervento Scuola ad effettuare attività di Prima Certificazione Diagnostica per disturbi dell’apprendimento (DSA) e disabilità intellettive. Sarà dunque possibile dare agli studenti degli Istituti Comprensivi di Porlezza, Menaggio, Dongo, Tremezzina, Magistri Intelvesi, una risposta completa di diagnosi-intervento; direttamente sul territorio del centro lago e valli.

Spiegano Carla e Mattia: “C’è grande soddisfazione per questo importante traguardo. Da oggi non bisognerà più andare fuori provincia per svolgere visite neuropsichiatriche private carissime, che durano pochi minuti. Ci siamo impegnati per creare un servizio completo, vicino alle famiglie da un punto di vista dei costi, geografico e della competenza specialistica”.

Dove si trova

Pronto Intervento Scuola si trova a Grandola ed Uniti – ulteriori informazioni al 333/9295485 oppure 328/5629085- via email a prontointerventoscuola@yahoo.it

ed alla pagina facebook https://www.facebook.com/prontointerventoscuola/

Autore

Redattore - Associazioni, Cultura e Valli. Scrivi una mail a stefania.pedrazzani@lavocedelceresio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“La Voce del Ceresio” è un progetto editoriale, un portale di informazione territoriale, culturale, ludico-ricreativa, che darà spazio a tutte le associazioni, gli enti comunali e non, le istituzioni, le imprese e le attività sul territorio del Ceresio, con particolare riferimento a Porlezza e i dintorni delle immediate vicinanze.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità specifica. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.Leggi qui l'intero Disclaimer.