Porlezza
-0°
cielo sereno
umidità: 74%
Max 1 • Min -2
Weather from OpenWeatherMap

Giovanni Falzone a Lugano con LAC e Musicamorfosi

Proseguono gli appuntamenti con il Jazz in Piazza Luini a Lugano. Dopo i primi tre incontri a cavallo tra fine luglio e agosto, domani sera (10 agosto) alle 21.00 torna Piazza In Jazz, il nuovo progetto Jazz di Giovanni Falzone.

Questa volta l’appuntamento è con il Giovanni Falzone Quintet e Pianeti Affini, “otto movimenti dedicati a pianeti, satelliti e materia oscura del nostro sistema solare. Una narrazione cosmica e sinestetica della serata che celebra la notte di S.Lorenzo con (speriamo) migliaia di stelle cadenti!”

I prossimi concerti in piazza

Il 17 agosto sarà la volta dellla performance da solitsta Migrante, che lo stesso musicista spiega a parole sue: «Ho lasciato un piccolo paese della provincia siciliana intraprendendo un viaggio in cerca di una vita nuova. Nel mio bagaglio c’erano i ricordi della musica della mia terra. Anche la mia scelta di essere un jazzista e di praticare questa musica tanto inclusiva e aperta fa parte del mio essere migrante; il jazz è il prodotto di un esodo (non volontario) e dell’incontro, spesso sofferto e subito, che milioni d’individui sradicati ebbero con musiche e culture diverse. La migrazione è stato ed è un gigantesco fenomeno collettivo, ma è anche una somma di storie individuali, di persone vere, in carne e ossa che affrontano il loro destino. Chi migra tenta di cambiare il suo futuro personale. Ogni storia è unica. Il viaggio verso una nuova vita è in qualche maniera un’esperienza irripetibile. Così ogni volta che salgo su un palco a suonare il mio progetto racconto un viaggio diverso. I bagagli sono i miei strumenti, la mia voce e il mio set di oggetti e tutto accade rigorosamente dal vivo».

In chiusura, il 24 agosto, scendono in piazza Giovanni Falzone Trio & Special Guests con il concerto Mediterraneo, un’ensemble di canzoni popolari Siciliane mescoltate con le voci e i colori di tutte le sponde del Mediterraneo.

L’organizzazione

Il ciclo dei sei concerti è stato organizzato da LAC Lugano, in collaborazione con l’Associazione Musicamorfosi, allo scopo di dare risalto al trom­bet­ti­sta Giovanni Falzone, con una kermesse che met­te in luce l’abilità camaleontica di questo musicista, sfac­cet­ta­to e cu­rio­so, ca­pa­ce di lasciare una for­te im­pron­ta per­so­na­le a tut­ti i pro­get­ti a cui si de­di­ca.

Musicamorfosi è un’associazione musicale senza scopo di lucro, nata ufficialmente nel 2004, con l’obiettivo di inventare, costruire e comunicare spettacoli, festival, stagioni artistiche di diversi generi musicali, purchè “forti e di qualità”.

Giovanni Falzone

Giovanni FalzoneTrombettista, compositore e arrangiatore, Giovanni Falzone è uno fra i migliori interpreti del jazz nel panorama italiano ed europeo. Ha lungo è stato nelle fila dell’Orchestra Sinfonica di Milano come prima tromba. È docente di ottoni jazz e musica d’insieme presso il Conservatorio di Brescia e Siena Jazz University. Nella sua carriera ha vinto numerossimi premi fra i quali ricordiamo: il Best Talent Umbria Jazz Clinics 2000; al Top Jazz 2004 di «Musica Jazz» come miglior nuovo talento; all’Accademie du Jazz 2009, 2° nella categoria musicista europeo; al Top Jazz 2011 nella categoria ottoni e con il progetto “Around Ornette” quale miglior disco dell’anno.

 

 

Autore

Direttore - Associazioni, Cultura ed Eventi. Scrivi una mail a direttore@lavocedelceresio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“La Voce del Ceresio” è un progetto editoriale, un portale di informazione territoriale, culturale, ludico-ricreativa, che darà spazio a tutte le associazioni, gli enti comunali e non, le istituzioni, le imprese e le attività sul territorio del Ceresio, con particolare riferimento a Porlezza e i dintorni delle immediate vicinanze.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità specifica. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.Leggi qui l'intero Disclaimer.